Ultime News

Premio “4 Viti” di Vitae al Pecorino Biologico Tullum Dop 2014

La Guida ai Vini d’Italia Vitae 2016, edita dall'Associazione Italiana Sommelier, assegna, per il secondo anno consecutivo, il premio 4 Viti, attribuito ai vini che hanno superato i 90 centesimi di…

“Cinque Grappoli” Bibenda 2016 al Tullum Rosso Riserva 2011

Per il terzo anno consecutivo il Rosso Riserva Tullum Dop, annata 2011, riceve i prestigiosi Cinque Grappoli 2016 dalla Guida Bibenda Vini d’Italia

Questione di cru: viaggio nella micro Dop Tullum

Dal 10 al 13 aprile 2016 ritorna Vintaly, l’appuntamento più importante del panorama enologico italiano e non solo. Feudo Antico ci sarà con un’area espositiva rinnovata – situata nel Padiglione 8,…

It’s all a matter of cru: in discovery of the micro Dop Tullum

Vinitaly, the most important event in the world of wine in Italy and elsewhere, is coming up April 10 through 13 2016. Feudo Antico will be there with a new stand in Hall 8, Stand H4, where the…

Contatti

Feudo Antico SrlContrada San Pietro, 2566010 Tollo (CH) Italia Tel +39 0871 969128Fax +39 0871 969803 info@feudoantico.it

Orario: Lunedì Chiuso
Martedì 09 - 12 | 15:30 - 19
Mercoledì 09 - 12 | 15:30 - 19
Giovedì 09 - 12 | 15:30 - 19
Venerdì 09 - 12 | 15:30 - 19
Sabato 09 - 12 | 15:30 - 19
Domenica Chiuso

Il Pecorino Terre Aquilane Igp Casadonna 2014 si aggiudica la Corona della Guida ViniBuoni d’Italia

25 Agosto 2016

Casadonna Pecorino Igp

La Guida ViniBuoni d’Italia 2017 del Touring Club Italiano assegna il massimo riconoscimento, la Corona, al Pecorino Terre Aquilane Igp Casadonna 2014 di Feudo Antico.

Un Pecorino d’alta quota, nato tra l’Alto Sangro e l’Altopiano delle Cinque Miglia dall’incontro tra lo chef tristellato Niko Romito e i viticoltori di Feudo Antico. È qui, nella tenuta Casadonna, che si estende per sei ettari in una delle vallate più belle d’Italia, che nel 2010 Feudo Antico si è spinta per sperimentare in altitudine il Pecorino, vitigno tipicamente non allocato in altura. Una sperimentazione audace, seguita sul piano tecnico da un’equipe della Facoltà di Scienze Agrarie dell’Università degli Studi di Milano guidata dal professor Attilio Scienza.

Una valutazione rigorosa, quella della Guida ViniBuoni d’Italia, che nell’ultima edizione ha valutato circa 26 mila campioni di vini ottenuti da vitigni autoctoni italiani, di cui solo 700 ammessi alle finali. Solo l’1,88% dei vini degustati ha ottenuto la prestigiosa Corona.