L’amore per la vigna, la voglia di esplorare.

Siamo viticoltori da diverse generazioni. Nel 2004 abbiamo dato vita a Feudo Antico, con l’intento di rivitalizzare le coltivazioni autoctone e proteggere un ambiente fragile, rafforzando al contempo il senso di appartenenza della nostra comunità.
All’inizio il nostro interesse è stato focalizzato su Pecorino e Passerina, due vitigni autoctoni considerati “minori”, la cui coltivazione era stata a lungo trascurata nel nostro territorio per ragioni di carattere economico e non solo. Entrambi, infatti, necessitano di impianti a rese limitate e cure particolari che solo con l’apporto di una maggiore consapevolezza enotecnica possono condurre a risultati apprezzabili. Noi ci abbiamo creduto, riavviando le produzioni daccapo.
Poi sono venuti i Rossi, ottenuti da una cuvée di vecchi cloni di Montepulciano vinificati in purezza e, infine, le bollicine, sperimentazione ardita che ci ha permesso di ricavare un brut che associa l’eleganza di un blanc de blanc da uve Chardonnay alla consistenza tipica del territorio abruzzese. Ma ciò che distingue questo percorso enologico da altri che abbiamo vissuto è che dietro ogni vigneto c’è una storia, che continua ad appassionarci.

Il primo vigneto di Pecorino tra i resti di una villa romana.

Per i primi reimpianti di Pecorino abbiamo scelto una piccola tenuta collinare in località San Pietro, che appariva perfetta: ottima esposizione, terreno argilloso a riposo da tempo e una cascina con alcuni animali.
Durante i lavori di preparazione del suolo sono venuti alla luce i resti di un edificio romano. La Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, accorsa sul posto, ha catalogato i reperti: resti di fondamenta, alcuni dolia (contenitori in terracotta per la conservazione del vino) e una cella vinaria.
Il nostro primo vigneto è stato impiantato proprio lì, dove duemila anni prima sorgeva quella che gli storici considerano il primo esempio di grande azienda agricola organizzata, nella quale la coltivazione della vite ha già un ruolo centrale: la villa rustica romana. Gli scavi sono andati avanti, il nostro lavoro pure.

Restiamo in contatto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER